I migliori ristoranti etnici a Roma

Viaggiare con il palato in giro per il mondo cenando a pochi isolati da casa, a Roma si può. La Capitale offre buon cibo per tutti i gusti e ogni cultura. Pensare che l’offerta gastronomica della Città Eterna parli solo ed esclusivamente dei piatti della tradizione romana è un errore da non commettere. I ristoranti etnici sono tanti e molti meritano di essere scoperti e gustati. Prelibatezze asiatiche o africane, succulenti piatti dall’estremo Oriente al Sud America: a Roma la scelta è davvero ricchissima.

In questa breve guida, abbiamo selezionato alcune delle migliori cucine del mondo che possiamo gustare restando nella nostra splendida città. Partite con noi!

Hang Zhou
(Cucina cinese – Esquilino)

Foto da Facebook @Hang Zhou da Sonia

Per tutti è Da Sonia: un must ed un’icona della Capitale. Chi è di Roma sa bene che il ristorante Hang Zhou non ha bisogno di presentazioni. Questo è il tempio della cucina cinese in città. La proprietaria è un volto noto, amato e sempre cordiale. Da Sonia si possono assaggiare gustosi piatti di carne, come il maiale con i cetrioli amari o i tradizionali ravioli di carne al vapore o alla griglia, forse i migliori della città.
Via Principe Eugenio, 82, Roma

Krishna 13
(Cucina indiana. Esquilino)

Foto da Facebook @Krishna 13

Fin dall’ingresso si è accolti da quel profumo di cucina orientale fatto di spezie ed erbe. Il menu è davvero vasto e allettante. Le ricette imprescindibili della tradizione indiana sono la Baingan Bharta (melanzana arrosto cucinata in stile indiano), le Saag Aloo (patate con gli spinaci al curry) e le Dal Tadka (lenticchie gialle cotte con aglio e cipolla e spezie secche). La sala è piccola e avvolgente, con le sue luci soffuse e i migliori sapori dell’India.
Via Foscolo, 13, Roma

Temakinho
(Cucina giapponese – 4 sedi)

Foto da Facebook @Temakinho

Il Giappone incontra il Sud America: Temakinho è la fusione perfetta tra il Brasile e la sua comunità giapponese. Il ristorante a Roma ha ben quattro sedi, è un posto ‘stravagante’ e offre ottima cucina giapponese, in parte rivisitata. Qui si mangia sushi e si beve capirinha. Da Temakinho, si respira Estremo Oriente al ritmo di samba.
Via dei Serpenti 16 Roma
Piazzale di Ponte Milvio, 9
Borgo Angelico, 30
La Rinascente, Via del Tritone, 62

Sahara
(Cucina africana – Policlinico)

Foto da Facebook @ristorantesahara

Il ristorante è diviso in sale, ognuna delle quali ospita oggetti, ornamenti, elementi iconici e caratteristici di Etiopia ed Eritrea. Sahara propone felafel, zighinì, kategna e tanti altri piatti tradizionali dell’Africa ed è uno dei ristoranti etnici più suggestivi di Roma.
Viale Ippocrate 43, Roma

Royal Thai
(Cucina orientale – Centocelle)

Foto da Facebook @Royal Thai

Nel quartiere di Centocelle, Royal Thai è un punto di riferimento per gli amanti della cucina orientale. Sushi, involtini primavera, uramaki, zuppe, riso saltato, spaghetti alla piastra: qui, la migliore cucina giapponese incontra quella thailandese. Royal Thai è il sapore d’Oriente a Roma Est.
Piazza delle Camelie, 37, Roma

Ramen Bar Akira
(Cucina giapponese – 3 sedi)

Foto da Facebook @ramenbarakira

Il ristorante vanta la maestria e l’esperienza dello chef giapponese Akira Yoshida. Questo è il luogo perfetto per assaggiare del buon ramen, ottimo e gustoso ma soprattutto cucinato seguendo gli ingredienti della vera tradizione nipponica.
Via Ostiense 73, Roma
Via Guglielmo Calderini 1, Roma
Mercato Centrale (Stazione Termini), Roma

Riso Roma
(Cucina orientale, Testaccio)

Foto da Facebook @Ristorante Riso

Grandi vetrate con vista su bambù verdi e la fusione tra stile industriale e tocchi orientali: Riso colpisce prima di tutto per la bellezza del locale, progettato dallo studio RPM. Il menù è un viaggio gastronomico alla scoperta dei sapori più intensi della cucina cinese e giapponese.
Via Marmorata 113, Roma

Palmerie
(Cucina orientale – Parioli)

Foto da Facebook @palmerieparioli

In questo ristorante, dove le specialità orientali incontrano quelle occidentali, si vive un’atmosfera unica a Roma, avvolti da oltre 100mila palme. Il menù di Palmerie propone bowl, pancake, gyoza, burger gourmet e molto altro: il tutto immerso in un mondo tropicale e suggestivo come pochi in città.
Viale Parioli 7, Roma

Galbi
(Cucina coreana – Salaria)

Foto da Facebook @galbiroma

Dall’esperienza di Stefano Chung e Deuk Uoo Ferretti Min, nasce Galbi, il ristorante barbecue coreano di Roma. Piatti di pollo, di manzo, di salmone, tutti piatti unici: in questo ristorante, per le (ottime) cotture viene utilizzato solo il legno di quercia.
Via Cremera 21, Roma

Toros y Tapas
(Cucina spagnola – Nomentana)

Da Toros y Tapas è come trovarsi in una tradizionale taverna spagnola avvolti da archi, soffitti a volta e azulejos. Giovanni e Pilar, i proprietari del locale, propongono un menu fatto di ottimi piatti tipici, come le tapas di carne, la tortilla di patate, l’empanada gallega e l’immancabile paella valenciana.
Via Nomentana, 79, Roma

Non resta che partire (restando a Roma). Buon appetito!

Rispondi